Casa energetica

Casa energetica

Casa energetica, Tallinn.

Casa energetica è un termine utilizzato per definire un’unità abitativa con alte prestazioni energetiche, grazie a caratteristiche costruttive, tipologiche ed impiantistiche finalizzate al risparmio energetico e alla riduzione di emissione di CO2. Esistono diversi esempi di case con consumi energetici minimi, o addirittura nulli: i modelli Casakyoto e Casa passiva e più in generale i green building.[1]

Fonte:

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Casa_energetica

Fabbisogno energeticoModifica

Il fabbisogno energetico di un edificio è la somma dell’energia necessaria per il riscaldamento invernale, il raffrescamento estivo, la ventilazione e l’illuminazione degli ambienti interni. Una casa energetica riesce ad assicurare il comfort termico, i ricambi d’aria e la giusta quantità di luce diurna e notturna con un consumo ridotto di energia, nei casi migliori il consumo di energia fossile è pari a zero.

Caratteristiche architettonicheModifica

Le caratteristiche architettoniche di una casa energetica sono influenzate dalla latitudine, dal volume costruito e dalla destinazione d’uso. L’orientamento della casa energetica è studiato per ottenere la giusta esposizione al sole, al fine di captarne l’energia termica e la luce. Le dispersioni verso l’esterno vengono controllate anche attraverso la compattezza del volume. Gli aggetti delle falde e l’inclinazione dei tetti sono progettati per evitare l’incidenza dei raggi solari estivi sulle parti trasparenti dell’involucro edilizio, e il conseguente surriscaldamento, con materiali isolanti.

InvolucroModifica

Nella casa energetica l’involucro edilizio è progettato per limitare il fabbisogno energetico. L’energia scambiata con l’esterno è controllata dal giusto grado di coibentazione delle parti opache e dalla scelta di parti trasparenti ad alte prestazioni.

ImpiantiModifica

Gli impianti di una casa energetica sono progettati per consumare poca energia (alti rendimenti, recupero di calore e così via). Gli impianti a energia fossile sono integrati o sostituiti totalmente con impianti a energia rinnovabile (energia solare, energia geotermica, energia eolica).

Certificazione energeticaModifica

Il dlg.s 192/2005, integrato dal dlg.s 311/2006, ha introdotto in Italia l’attestato di certificazione energetica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: